Gennaio 2014

11gennaio2014

Pubblicato in Eventi

Anno 2013

OPERAZIONE OCCHI DOLCI ANCHE QUEST’ANNO RAGGIUNGE IL TRAGUARDO DELLA SOLIDARIETA’ PER L’ETIOPIA
4.481 vasetti di miele distribuiti e 11.817 euro devoluti a CBM Italia Onlus.

Questo è il risultato di “Operazione Occhi Dolci – un impegno concreto ricordando Marco” in occasione della giornata mondiale della vista 2013 a sostegno di due progetti in Etiopia: il reparto oculistico dell’ospedale St. Luke di Wolisso e l’asilo inclusivo S. Antonio di Padova di Nazret.

Padova, 23 dicembre 2013.

4.481 vasetti di miele distribuiti e 11.817 euro devoluti a CBM Italia Onlus – Organizzazione Non Governativa impegnata da oltre 100 anni nella lotta alla cecità evitabile e alle altre forme di disabilità nei Paesi in Via di Sviluppo: questo è il risultato della quinta edizione di “Operazione Occhi Dolci – un impegno concreto ricordando Marco”, iniziativa con cui amici e familiari di Marco Lovison lo hanno voluto ricordare.
Il progetto, organizzato dall’Associazione Amici del Graticolato Onlus e patrocinato da Comune di Padova, Comune di Limena, Quartiere 1 di Padova, Croce Verde Padova, ha visto ancora una volta l’adesione entusiasta degli amici di Marco che, in concomitanza con il Mese della Vista, hanno allestito banchetti in piazze, scuole, Parrocchie, centri commerciali, Associazioni Sportive ecc.
Il miele distribuito è stato fornito dalla Cooperativa Sociale “Il Graticolato”, promotrice di attività finalizzate all’inserimento lavorativo di persone disabili, sottolineando così la valenza locale oltre che internazionale dell’iniziativa.
“Operazione Occhi Dolci”, che oltre alla distribuzione del miele prevede durante il resto dell’anno numerose altre iniziative solidali, ha già reso possibile:
• l’acquisto di un microscopio oftalmico operatorio per il Reparto Oculistico dell’Ospedale St. Luke di Wolisso (2009);
• il mantenimento del Reparto Oculistico dell’Ospedale St. Luke di Wolisso (2010);
• il mantenimento del Reparto Oculistico dell’Ospedale St. Luke di Wolisso e l’annesso programma di cliniche mobili e di screening oftalmologico, per raggiungere con cure e trattamenti di qualità elevata anche le persone povere che vivono lontane dai centri abitati (2011);
• il sostegno per avviare la costruzione dell’Asilo S. Antonio di Padova a Nazret e l’ampliamento del reparto di oculistica dell’ospedale S. Luke di Wolisso (2012).
Grazie ai fondi raccolti nel 2013 è stato possibile completare l’ampliamento del Reparto Oculistico dell’Ospedale St. Luke di Wolisso, operativo dallo scorso marzo, ed avviare l’attività dell’Asilo inclusivo S. Antonio di Padova a Nazret che, inaugurato lo scorso luglio, oggi accoglie già 120 bambini, tra cui una dozzina disabili, ed a regime potrà garantire l’accesso al mondo dell’istruzione a 250 bambini poveri, con e senza disabilità.

Pubblicato in Eventi